I risultati esplorativi della Grotta Luk a Monte Soratte

grottaluk
Al raduno oltre alle esplorazioni di luoghi lontani, avremo la testimonianza dell’attività che gli speleologi svolgono sul territorio in cui vivono, costantemente, incessantemente, con testardaggine e passione.
Paolo Forconi, forte speleologo di Carbognano (VT), presenterà i risultati esplorativi della Grotta Luk, sul Monte Soratte, a pochi chilometri da Narni, e ci parlerà di questa eccezionale montagna piantata nel mezzo della valle del Tevere.
Insieme agli speleologi che l’hanno esplorata e al team La Venta, verrà presentato anche un libro fotografico su questa bella grotta, e i proventi della vendita verranno devoluti alla famiglia di Lucas, giovane speleologo messicano tragicamente scomparso che collaborava con La Venta e con il Gruppo Speleologico Sabino.

La geografia del vuoto attraverso le immagini-Un viaggio nella Sardegna Sotterranea

Il Raduno Speleonarnia 2015 si arrichisce ogni giorno di contributi, mostre, proposte, collaborazioni.
Dal centro dell’Italia partiremo verso i mondi sotterranei d’Italia e di tutto il mondo.
supalu
Grotta di Su palu, foto di Silvia Arrica
Dalla Sardegna, tra le altre cose, il filmato “La geografia del vuoto attraverso le immagini-Un viaggio nella Sardegna Sotterranea” autori Silvia Arrica e Gianluca Melis. Durata: 10 minuti. “E’ semplicemente una carrellata di immagini delle grotte sarde”… così molto semplicemente, quando “grotte sarde” sta a ricordare un mondo immenso, dedali di gallerie poco profonde ma estremamente impegnative, estremamente entusiasmanti…

Cuba e il progetto internazionale “Adotta una sorgente” a Speleonarnia 2015

Sarà presentato da Antonio Danieli il progetto di collaborazione internazionale ormai avviato da anni tra Italia e Cuba, a Matanzas, dove numerose spedizioni a scopo esplorativo hanno fatto nascere un vero e proprio centro cubano di speleologia dove si è costruito un centro culturale che non si occupa più solo di grotte e di speleologia.
Il “Proyecto Bellamar – adotta una sorgente” è una realtà che vive del lavoro di numerosi speleologi italiani e cubani.
Sarà importante ascoltare la testimonianza di Antonio Danieli, e chissà se saranno presenti anche i cubani che spesso vengono ai raduni italiani, per poter condividere questa magnifica realtà.

Projecto Bellamar

Riferimenti e maggiori info: http://www.gruppo-speleo-sanmarco.com/proyecto-bellamar/

Sulle tracce di Athanasius Kircher a Monte Torre Maggiore

Il gruppo Terre Alte del CAI di Terni effettuerà escursioni programmate nei giorni del raduno, per accompagnare i visitatori sui sentieri del Monte Torre Maggiore, la “Montagna di Cesi” o, come era conosciuto in tempi antichi, “Il Monte di Eolo”.
Quest’ultimo nome è il più affascinante per gli speleologi, perchè grazie ad una attenta analisi di Giovanni Badino del librone “Mundus Subterraneus” di Athanasius Kircher, è venuto fuori che il “nostro” studiò il fenomeno delle correnti d’aria che uscivano dalle montagne, riportando una stampa della conca ternana, di Narni, Terni, Cesi, e disegnando inequivocabilmente le bocche soffianti nei pressi del paese da sempre conosciute alla popolazione locale.
Atanasius Kircher
Mondi Sotterranei, che è il motivo portante del raduno Speleo Narnia 2015, è derivato da questa concomitanza davvero suggestiva di luoghi e di tempo.

I gruppi speleologici di Cesi e Terni sono stati i più attivi nella ricerca di grotte su queste montagne, palestra di generazioni di speleologi che dagli anni ’50 inseguirono la “Grotta degli Umbri” arrivando alla scoperta di numerose grotte, tra le quali la bella Grotta Gis recentemente scoperta, e la “storica” Grotta Eolia.
Miti e leggende si fondono alla Storia in queste terre, Narnia e Narni, la Grotta degli Umbri della leggenda della romanizzazione e le grotte con i bronzetti votivi dell’Umbria, le stampe di Athanasius Kircher e il Monte di Eolo, la grotta Eolia, e la Grotta Gis, i templi preromani di Monte Torre Maggiore, il grande terrazzamento umbro di Sant’Erasmo, la città romana di Carsulae.

Cercheremo di raccontarvi dei Mondi Sotterranei, a Speleonarnia 2015!

Lo stand della Società Svizzera di Speleologia per Mondi Sotterranei

Avremo il piacere e l’onore di ospitare a Speleonarnia 2015 anche gli speleologi della SSS, Société Suisse de Spéléologie, che allestirano il loro stand all’interno dell’Auditorium di San Domenico.
Società Svizzera di Speleologia
La caratteristica principale del loro stand é la fornitissima libreria, costituita da un notevole numero di libri di settore scritti in diverse lingue.
I visitatori avranno l’occasione di trovare l’introvabile grazie all’aiuto di Daniela Spring che parla benissimo l’Italiano e a suo marito Patrick Deriaz.
Ovviamente non saranno i soli stranieri presenti a Narni, e dalla Svizzera arriveranno anche altri speleologi, come l’amica Annalisa Pollini e il fortissimo alpinista e speleologo Floriano Martinaglia e sua moglie.

Maggiori notizie sulla Speleologia in Svizzera, a questo link:
www.speleo.ch/~site/

Installazioni 3D a SpeleoNarnia 2015

A Speleonarnia sarà allestita una postazione per visione 3D a cura della associazione partenopea “La Macchina del Tempo”, partner del Team “La Salle” che guiderà gli spettatori in un viaggio indimenticabile, alla scoperta di tesori sepolti, grotte di tutto il mondo e città sotterranee.

macchina del tempo

Durante il raduno “La Macchina del Tempo” insieme agli Urban Divers di Todi prepareranno una sorpresa 3D per far conoscere ai narnesi luoghi davvero impensabili della città in cui vivono.

Da Narni alla Cina con le spedizioni di National Geographic

Nei giorni del raduno si terrà un incontro con Daniela Pani, responsabile tecnico del team di Andy Eavis durante la spedizione Nat Geo 3D Super Cave, per la misurazione con tecnologie avanzate delle Chamber più grandi al mondo, tra cui la Miaos Cave.
Miaos Cave
Sarà l’occasione di farci raccontare anche dell’ultima spedizione, attualmente in corso alla Reed Flute Cave di Guilin, e alle sue sorelle cinesi Titan, Hong Megui e Fung Shan.

CHI Ama Narni – Tutela pipistrelli

i Chirotteri Amano Narni
Chirotteri
La dottoressa Alessandra Tomassini dell’Associazione Tutela Pipistrelli onlus sarà presente al raduno, per un incontro rivolto agli speleologi, dove ci parlerà delle corrette pratiche di fruizione delle grotte frequentate dai pipistrelli.
Il rapporto tra uomo e ambiente è particolarmente delicato in ambienti facilmente alterabili come le grotte e solo la conoscenza dell’ambiente in cui ci muoviamo ci permette di fare pochi danni.

Il sito pipistrellus.it offre moltissime informazioni e tiene in piedi un sistema di primo soccorso per pipistrelli feriti o caduti dal nido o bisognosi di cure e con la stagione dei parti è cominciato il lavoro febbrile per salvare quanti più cuccioli possibili.

Se avete trovato un pipistrello, provate a contattarli sul loro sito:
http://www.tutelapipistrelli.it

Canyoning! Non solo Speleologia!

Durante il raduno Speleonarnia sono previste uscite accompagnate nelle forre più belle dei dintorni:
L’Associazione Zompafossi di Montefranco, il Gruppo Speleologico Stroncone e altri amici aderenti all’AIC saranno a disposizione per accompagnare i torrentisti nelle forre della Val Nerina e a Prodo.
Sarà possibile effettuare discese alla Forra del Casco PG), di Rocca Gelli (PG) e di Prodo (TR).
Le adesioni saranno accettate presso la segreteria del raduno.

Marmore

Nella foto di Steeve Mc Curry, esposta alla mostra “Sensational Umbria”, un torrentista scende la Cascata delle Marmore, nei pressi di Terni.